Post_Sana17_blog_98

Biologico e qualità a SANA2017

SANA2017, la fiera del biologico e del naturale è l’occasione perfetta per conoscerci ma soprattutto ascoltarti e trovare la soluzione per la tua attività. BIOQUALITÀ si occupa di consulenza alle imprese e con questo articolo cominciamo a raccontare i nostri servizi.

Ne troverai uno alla settimana fino al 6 settembre e racconteranno che cosa facciamo per chi passa al biologico. Potrebbe interessarti e forse riconoscerai un caso simile al tuo. In ogni articolo troverai un coupon di sconto per una consulenza con BIOQUALITÀ, da presentare durante i giorni di fiera e da usare successivamente.

 

RICHIEDI IL COUPON DI SCONTO
 

Ecco alcune realtà aziendali tipo che scelgono di fare biologico. Mettiti comodo!

biologico_qualità

Della inarrestabile ascesa e costante marcia in avanti del biologico si parla e si legge da tempo, dati alla mano. Perciò vediamo insieme quali sono le realtà di cui ci prendiamo cura, aiutandole nel loro cammino.

In un Paese in cui il buon cibo ha un posto d’onore, molte aziende sono coinvolte dal fenomeno del biologico in tutti i punti della filiera agroalimentare.

Tra queste non possono mancare le imprese che lavorano nell’agroalimentare. Molte di esse, dalle più piccole alle più grandi, hanno introdotto almeno una linea bio tra le proprie referenze. Ciò comporta un necessario cambiamento e un conseguente adattamento nell’organizzazione del lavoro. Per prima cosa è necessario scegliere un organismo di controllo, autorizzato dal Ministero dell’Agricoltura, con cui aprire un dialogo e intraprendere un percorso comune fatto di trasparenza e disponibilità alla verifica da parte di un soggetto esterno. Quindi saranno necessarie risorse del personale che vi si dedicano, nuove procedure da imparare e da mettere in pratica ogni giorno, selezione e controllo attento di nuovi fornitori, e molto altro ancora.

Non ci sono solo le grandi imprese. Spesso la passione per il metodo biologico, così come l’amore per un prodotto artigianale in cui si crede e che si cura con entusiasmo, sono le qualità che caratterizzano piccole ma preziose realtà produttive. Ma passione e amore non bastano! Prima di scegliere se fare o meno la riconversione al biologico, molte aziende si chiedono se sapranno svolgere i nuovi compiti richiesti, se saranno in grado di gestire il rapporto con l’organismo di controllo, se sono pronte al cambiamento.
I laboratori artigianali si troveranno quindi a fare i conti con gli stessi dubbi delle imprese più grandi ma avendo, spesso, meno personale a disposizione da dedicare a tutti i compiti necessari per portare avanti un eccellente prodotto biologico ed etichettarlo correttamente.

Alcuni dei marchi che troviamo in negozi dedicati e nei settori di super ed ipermercati, sempre più ricchi di referenze, hanno fatto una scelta diversa: non producono in proprio ma commercializzano. Anche le imprese commerciali devono essere certificate, creare un proprio marchio e gestire le imprese di trasformazione che producono per loro, oltre a sovrintendere alla predisposizione di etichette commerciali conformi. Anche in questo caso, quindi, per portare a termine un lavoro così articolato è necessario avere personale preparato.

I produttori per conto terzi sono molto ricercati dalle imprese commerciali. Sempre più imprese progettano di mettersi sul mercato con una linea di prodotti biologici, ma preferiscono evitare di produrli all’interno dei loro stabilimenti. Anche queste imprese dunque, sebbene non producano propri prodotti bio, devono intraprendere l’iter di certificazione, e rispondere in tutto alle prescrizioni della normativa.

Prima di giungere ai punti vendita è necessario movimentare le merci. Se l’attività è quella di grossista o di piattaforma distributiva bisogna essere certificati e sapere che si verrà sottoposti a visite ispettive, come avverrà per tutte le altre categorie descritte. Quindi è necessario dotarsi della documentazione idonea per acquistare e rivendere merci o disporre di locali di stoccaggio adeguati se si movimenta merce biologica.

Quando le merci arrivano in negozio, dal più piccolo di essi alla GDO, devono trovare una situazione conforme ad accoglierli. Anche il punto vendita può dover essere certificato, e dunque è molto importante sapere se e quando questo è richiesto.

E’ recentissima, poi, l’adozione di prodotti biologici nelle scuole. Le mense scolastiche si dovranno dotare di strumenti idonei per far fronte alle nuove disposizioni volte a tutelare la salute dei più piccoli e assicurare un’alimentazione più curata e corretta.

Per conoscere il biologico e per poterlo gestire nel migliore dei modi e nel corso del tempo, tutte le realtà imprenditoriali descritte possono avere necessità di formazione professionale.

Ti sei riconosciuto in qualcuna di queste attività? Possiamo fare molte cose per te grazie al fatto che siamo una rete di consulenti. Ti seguiamo in tutte le fasi, dall’ottenimento della certificazione biologica al suo mantenimento. Ci piace mettere le cose a posto!

Dai un’occhiata ai nostri servizi dedicati al bio.

Clicca e ottieni il coupon di sconto che ti abbiamo riservato per una consulenza con BIOQUALITÀ.

 

RICHIEDI IL COUPON DI SCONTO
 

BIOQUALITÀ, padiglione 26, stand C2. Bologna 8 – 11 settembre 2017/BolognaFiere