Lo standard IFS

IFS International Food Standard è uno standard creato dalle catene distributive tedesche, francesi e italiane (per l’Italia partecipano COOP, CONAD, Federdistribuzione) per valutare i fornitori di prodotti alimentari a marchio del distributore (private label). Si articola nei settori FOOD (stabilimenti di produzione alimenti a uso umano o ingredienti/semilavorati) e LOGISTIC (per le aziende del settore trasporto, stoccaggio e distribuzione commerciale).

Le aziende produttrici di alimenti o di logistica possono richiedere la certificazione sulla base dello standard applicabile a un ente di certificazione di parte terza accreditato. Il certificato ottenuto (livello base o alto a seconda del grado di conformità complessivo) e facoltativamente anche il rapporto di audit e il piano delle azioni correttive, possono essere resi visibili ai clienti (catene distributive) mediante accesso al portale internet www.ifs-certification.com, con la possibilità quindi di fornire evidenze ai potenziali clienti del proprio livello di affidabilità come partner commerciali.

Lo standard pone particolare enfasi nella valutazione della capacità del fornitore di produrre alimenti a marchio del cliente nel rispetto dei capitolati, di alta qualità, sicuri per i consumatori e conformi alla legislazione del paese di destinazione. I requisiti riguardano aspetti quali la creazione e il mantenimento del sistema gestione qualità aziendale, del sistema HACCP, l’aggiornamento normativo, la gestione dei capitolati e contratti per garantire il pieno rispetto delle richieste espresse dal cliente.

Molte catene distributive consentono una riduzione degli audit di parte seconda (fatti da propri incaricati per la qualifica del fornitore) alle aziende certificate IFS, riconoscendo alle stesse una capacità di soddisfare i requisiti di capitolato attestata da un ente di certificazione indipendente.