PAP in lombardia si riallinea con resto d'Italia

La regione Lombardia ha comunicato l’annullamento della sua precedente decisione di autorizzare gli operatori biologici a non presentare il PAP (Piano Annuale delle Preparazioni) ogni anno entro il 31 gennaio, così come da sempre previsto dalla normativa europea e nazionale.

Il riallineamento delle istruzioni operative regionali a quelle generali, significa il ritorno a una necessaria omogeneità operativa che permette agli operatori di essere conformi e agli organismi di controllo di avere i dati necessari per la loro attività di verifica.

Il Mipaaf aveva già inviato il 20 gennaio 2017 analoga comunicazione alla provincia di Bolzano che a sua volta aveva impropriamente concesso questo tipo di deroga.