Blockchain, la trust machine della tracciabilità del food/terza parte

Blockchain, la trust machine della tracciabilità del food/terza parte

di Sandra Santoro

Blockchain, la trust machine della tracciabilità del food/terza parte

Concludiamo questa serie di tre articoli sulla Blockchain, un colpo d’occhio sulle sue applicazioni e utilità per la tracciabilità del food, evidenziando anche i punti più critici di questa tecnologia che seguiterà ad evolvere per garantire sicurezza alimentare e plus legati a pratiche virtuose di produzione, lavorazione e distribuzione.

leggi tutto
Blockchain Tutela e sicurezza per il consumatore

Blockchain e food: tutela e sicurezza per il consumatore/seconda parte

di Sandra Santoro

Blockchain e food: tutela e sicurezza per il consumatore/seconda parte

Abbiamo fatto conoscenza della Blockchain con il nostro precedente articolo; ora entriamo nel vivo di questo sistema di controllo di filiera per scoprirne le qualità pratiche e chi lo usa già a beneficio del consumatore.
La supply chain agricoltore > trasformatore > distributore > venditore> consumatore ha bisogno di uno strumento capace di garantire la provenienza e la qualità del prodotto dall’inizio alla fine del processo.

leggi tutto
Blockchain e la nuova frontiera dell'Industry 4.0: PRIMA PARTE

Blockchain e food: tecnologia al servizio di made in Italy e biologico/prima parte

di Sandra Santoro

Blockchain e food: tecnologia al servizio di made in Italy e biologico/prima parte

La Blockchain, letteralmente una catena di blocchi, è un sistema di banche dati relativamente recente che è sempre più usata nel food per garantire la tracciabilità degli alimenti e le scelte d’acquisto dei consumatori. In 3 articoli (questo è il primo) raccontiamo le origini, il funzionamento e chi la usa già (anche nelle preparazioni per la ristorazione).

leggi tutto
Gli strumenti del bio novembre 2018Relazione art. 63)prima parte

Gli strumenti del Bio: nuove abitudini aziendali (Relazione art. 63)/prima parte

Gli strumenti del Bio: nuove abitudini aziendali (Relazione art. 63)/prima parte

Dopo aver ottenuto da un C.A.A. l’apertura del proprio fascicolo aziendale e aver predisposto notifica, PAP o PAI e aver fatto un pre audit interno, la terza fase del percorso di ingresso nel sistema di controllo del bio è quella contraddistinta dalla predisposizione della Relazione art. 63, cioè la descrizione delle misure concrete e precauzionali che l’azienda mette in atto per garantire il rispetto della normativa di settore secondo quando indicato nel reg. (CE) 889/08 all’art. 63 Regime di controllo e impegno dell’operatore.

leggi tutto